Il sogno della prima pagina su Google

La richiesta classica rivolta ad un consulente SEO da parte di un cliente è quella di arrivare in prima pagina su Google per una determinata keyword.

E' una richiesta che trovo lecita, se avanzata da un cliente, in quanto paga per un servizio e, di conseguenza, pretende il risultato fondamentale che, crede, possa ripagare gli investimenti sostenuti.

Tuttavia la mia risposta è quasi sempre: "sediamoci e parliamo: ti spiego che Google è cresciuto!".

Da qui parte la mia esposizione che tende a portare a conoscenza del cliente alcune considerazioni che lo inducano a riflettere di quanto è giusto chiedere e di quanto è lecito attendersi da un intervento SEO per il suo sito web.

Ma le mie riflessioni su questa pagina sono rivolte, anche, a quei "consulenti SEO" che alimentano la domanda di cui sopra.

Nel corso degli anni il settore del posizionamento sui motori di ricerca ha vissuto un fermento incredibile. Ci sono stati momenti, neanche tanto lontani, in cui per essere in prima pagina su Google (almeno per determinati settori) "bastava" conoscere qualche trucco rudimentale, bastava il cugino o il nipote tuttofare per posizionare il sito dell'attività di famiglia.

Non è più così. Ed aggiungo per fortuna.

Google si è evoluto in modo molto intelligente, tiene le redini mondiali dell'informazione che circola sul web con i suoi servizi (Google, YouTube, Google Maps, ...). Con la diffusione di Android questa tendenza si è maggiormente consolidata.

Ecco che questa mole di dati ed informazioni disponibili vengono sfruttate, oggi, in modo nettamente differente rispetto a ieri.

Google in primis ha, come suo solito, anticipato i tempi personalizzando l'esperienza utente durante l'uso dei suoi prodotti. Oggi la pagina dei risultati che vedo io potrebbe (ed in genere lo è quasi sempre) essere differente (in termini di risultati prospettati) da quella visualizzata da un altro utente che cerca nello stesso istante la mia stessa parola chiave. E la risposta è una sola: Google cerca di sfruttare i dati in suo possesso per risponderci con qualcosa di sempre più attinente ai nostri gusti, alle nostre preferenze, al luogo dove ci troviamo!

Personalmente ho visto, negli ultimi periodi, che anche negli ambienti accademici ci sono gruppi di lavoro dedicati a studiare il comportamento degli utenti su alcune nicchie di mercato (portali, e-commerce, ...) al fine di prospettare contenuti a tema. Ed il futuro andrà sempre più in questa direzione.

E' marketing amici, è la leva che muove l'economia da sempre: individuare le esigenze per vendere al meglio.

Ciò premesso quando si chiede una consulenza, quando si cerca un consulente SEO non chiedete subito un preventivo ma fatevi spiegare cosa si intende per posizionamento e quale strategia intende mettere in campo per curare il vostro business.

Se vi parla solo di keyword e prima pagina su Google (magari con garanzia di risultato) concedetevi la facoltà del dubbio. I tempi stanno cambiando, posizionare una pagina web richiede la valutazione di una serie di parametri differenti per incidenza a volte anche abbastanza complessi da ponderare nel loro insieme.

Troppo spesso, invece, si vedono ancora consulenti ed agenti che rappresentano grossi nomi nazionali in ambito SEO vendere favole, forti del cappello sotto il quale trovano rifugio.

Cambierà, questo mondo cambierà. Fatevi trovare, ma fatevi trovare pronti!

You may say I'm a dreamer
But I'm not the only one
I hope someday you'll join us
And the world will be as one
[Imagine / John Lennon]